Site menu:

Site search

Categorie

Archivi

Tag

Iscriviti al blog tramite e-mail

Hey tu, sei un feticista di Stimu:lable?
Hai in cameretta un poster di MC a torso nudo?
La tua vita è più grigia delle nostre?
L'alitosi ti ha reso solitario?
Ma allora inserisci senza indugio il tuo indirizzo e-mail qui sotto e iscriviti a Stimu:lable per ricevere via e-mail le notifiche dei nuovi post e...ai primi 10 iscritti, un originale ciuffo di barba di MC!!

The sea and cake – The moonlight butterfly

Quando esce qualcosa dei “Mare e dolce”, qualsiasi cosa sia, io mi sento come un bimbo davanti ad un gelato.

Mi si ingentilisce il sorriso, mi si intensificano i sensi.

I Sea and cake in Italia hanno pochi amanti. Troppo bravi per essere indie, troppo jazz per essere rock, troppo raffinati per passare alla Radio.

I Sea and cake sono 4 grandissimi musicisti..e questo non si accosta bene con il mondo hipster che legge e che scrive questo blog da 4 soldi.

I pochi come me che ne parlano da anni, e da anni triturano i coglioni a chiunque gli si pari davanti con il coraggio di chiedere “Hai un disco da consigliarmi?”, sono rimasti un po’ disillusi dagli ultimi lavori, tutti per la verità troppo perfetti e troppo uguali a se stessi…e ci scappa un sorriso a trovarli in mezzo ai Broken social scene e storciamo un po’ il naso per quella deriva pop degli ultimi album. Poi ci pensi e cos’erano già “The biz” (gustati il link di questa “matura” versione dal vivo) e “Coconut” se non capolavori POPolari a meravigliose tinte pastello?!?

Poche pippe. In The moonlight butterfly, EP di 6 brani che dovrebbe precedere un nuovo album schedulato per l’inizio del prossimo anno, il quartetto di Chicago ci butta dentro di tutto, dal post-rock degli inizi agli accordi jazzati loro marchio di fabbrica, il bossa-nova elegante di “Monday“, fino all’uso di sintetizzatori vintage già cari al Sam Prekop solista…come QUI.

Io aspetto l’album, mi porterà il sorriso anche in pieno invero.

Intanto mi “Sollazzo”..

Stay tuned,

Daffy

Write a comment